lunedì 11 luglio 2016

Riolite - Rhyolite

La riolite è il corrispondente effusivo del granito. A causa del suo alto contenuto di silicio, la riolite forma lave molto viscose, e si può trovare come breccia o in colli vulcanici e nei dicchi.

Come per l'ossidiana, la riolite mostra strutture a flusso, sferulitiche, nodulari e litofisiche.
È detta anche liparite; tuttavia il nome di riolite è attualmente preferito in relazione alla tendenza accettata dalla maggior parte dei petrografi di sostituire termini più generali a nomi locali. Si distinguono dai porfidi quarziferi, alla cui famiglia appartengono, per l'età più recente (terziaria) o, più genericamente, per il minor grado di alterazione e per la struttura più vetrosa. Sono in genere di color chiaro, con pochi fenocristalli immersi in una pasta di fondo microcristallina e vetrosa.
Cava di Riolite colonnare
Le rioliti possono essere sia rocce residuali, risultato della differenziazione di magmi basaltici, sia l'espressione superficiale di un magma palingenetico di composizione granitica. Le rioliti di quest'ultimo tipo contengono residui anatessici, come cordierite e granati, e a volte significative percentuali di minerali economicamente interessanti, come uranio e manganese; le rioliti residuali invece sono piuttosto sterili. Come diffusione, le rioliti residuali sono rare e di volume ridotto, mentre quelle palingenetiche sono rappresentate su vaste superfici da coltri ignimbritiche.

QAPF diagram
Photomicrograph (crossed polarized light) of rhyolite volcanic rock. The width of the view is approximately 3 mm. The rock shows porphyritic texture, and contains vesicles. The main phenocrysts are quartz and potassium feldspar. Groundmass is composed of quartz, potassium feldspar, volcanic glass (partly crystallized to spherulitic aggregates), iron hydroxides and chlorite. Vesicles have quartz growing on their walls, forming miarolic structure.


Rhyolite is an igneous, volcanic (extrusive) rock, of felsic (silica-rich) composition (typically > 69% SiO2). It may have any texture from glassy to aphanitic to porphyritic. The mineral assemblage is usually quartz, alkali feldsparand plagioclase (in a ratio > 1:2 — see the QAPF diagram). Biotite and hornblende are common accessory minerals.
Rhyolite can be considered as the extrusive equivalent to the plutonic granite rock, and consequently, outcrops of rhyolite may bear a resemblance to granite. Due to their high content of silica and low iron and magnesium contents, rhyolite melts are highly polymerized and form highly viscous lavas. They can also occur as breccias or in volcanic plugs and dikes. Rhyolites that cool too quickly to grow crystals form a natural glass or vitrophyre, also called obsidian. Slower cooling forms microscopic crystals in the lava and results in textures such as flow foliations, spherulitic, nodular, and lithophysal structures. Some rhyolite is highly vesicular pumice. Many eruptions of rhyolite are highly explosive and the deposits may consist of fallout tephra/tuff or of ignimbrites.

Elenco blog personale

Post più popolari di sempre